- 6 -

Primo Cantalupesi a Montreal

Dopo accurata ricerca, fatta con la collaborazione di tutto il comitato, tra i membri, siamo venuti a conoscenza che il primo Cantalupese giunse in Canada nel 1927 si chiamava Raffaele Marsillo ed aveva solamente 17 anni. Questo comitato ha anche avuto l’Onore di festeggiarlo nel 2004 e che ora purtroppo nel mese di Agosto 2007 ci ha lasciato per migliore vita, alla veneranda età di 97 anni. Dalle iformazioni raccolte, pare che sia stato lui il punto di appoggio per tutti i paesani che volevano emigrare in questo terra tanto desiderata. Insomma era lui che garantiva monetariamente presso il Governo Canadese. Questo non è detto da mè bensi dalle persone che ne hanno usufruito di questi favori che il sig.Raffaele faceva senza alcun interesse pecuniario, solo gratuitamente !! Altra constatazione, e questo in base alle persone che stiamo festeggiando, anno dopo anno Ho riscontrato che l’esodo più massivo è avvenuto negli anni dal 56- al –58. La dinamica piu conosciuta per l`adattamento in questa nuova terra fredda e molto differente da quella che avevano lasciato, e qui parliamo non solo dei nostri paesani, ma degli italiani in generale, non era molto differente da quella che avevano lasciato al paese di origine, era la resistenza al lavorare duro, il saper fare, il farsi apprezzare, e soprattutto l’orgoglio, penso proprio che il successo di molti sia venuto solamente per l’assiduità al lavoro, il pensiero alla casa e alla famiglia, l’altra carta vincente che molti di loro possedevano, era quella di venire dalla campagna, che voleva anche dire lavorare in condizioni terribili, e senza contare le ore, trovare la maniera come essere autosufficienti, difatti gran parte degli Italiani che qui giungevano, in questa terra poco sfrutttata e che generosamente donava hanno continuato a fare il proprio orto dietro casa, altri lo facevano dietro la ferrovia o nei luoghi piu nascosti dalla vista, in luoghi fuori dei limiti della citta. Hanno continuato a fare il vino, i propri insaccati, il formaggio, il pane la pasta di casa , e tante altre cose che conoscevano dal vecchio paese, l’altra componente vincente era quella che possedevano dentro, cioè ( la furbizia ) hanno lavorato molto forte, ma hanno anche fatto istruire i figli, che oggi ritroviamo nelle piu` alte sfere amministrative del Governo,sia Provinciale che Federale del Canada, nelle Banche , nelle multi Nazionali, senza dimenticare le migliaia che lavorano in proprio, e via discorrendo.Cioé passando da operai a datori di lavoro. Certamente questo é anche orgoglio del nostro paese lasciato nel molise!